bocce in palestra

Bocce in palestra (ispirata da’ mi’ ‘ompagni di doccia)   Nelli spogliatoi sentivo ragionà: certe bocce di vì, certe bocce di là! E pensavo, ner mentre ‘he mi lavavo: “O le bocce, ma come ci ‘ombina in palestra, a quest’ora di mattina. Mah!” Eppure, ‘r pallaio io un l’ho visto mai in sala blu, né in arancio… so assai! E … Continua a leggere

‘R condominio

‘R condominio Ner condominio mio, vers’Antignano, la gente ni par d’esse gran signori s’atteggian d’avvoati, da dottori li rionosci tutti da lontano.   Li vedi, siino ‘r giovine o l’anziano, di puzzo sotto ‘r naso portatori fra di loro son gran ragionatori a voce arta, movano le mano.   Eppure, io lo so, ci sto da tanto, son propio i … Continua a leggere

a battigia

  A battigia Me ne stavo sur mare, sciacquavo a battigia le… si, ‘nsomma, le parti laggiù ‘n dove un batte mai ir sole, ti viddi passà ‘na filliola le… solite parti sentii arrazzà che ‘r mare, all’intorno, ‘nviò a gorgoglià. Vortavano tutti lo sguardo ar su’ passo: du’ occhi, un nasino, una bocca, le puppe, ‘r bellio, un par … Continua a leggere

danni a’ ladri

  Danni a’ ladri! (Parodia vernacolare di “Guerra ai ladri!” di Carlo Chionne) ‘Na vecchietta si butta dar terrazzo: n’avean tagliato la pensione, cazzo! Sagrifiàta per ir dio Mercato, da que’ bastardi pagati dallo Stato! Da’ Bossi, da’ Bersito, da’ Rutelli, da’ Lusi e da’ quell’artri ‘onfratelli. Voglio vedevvi piànge, be’ mi’ maiali, dietro ‘r carro da morto, a’ funerali … Continua a leggere

Sono ‘ncazzato

Sono ‘ncazzato!   A bestia, so’ ‘ncazzato! ‘Ncazzato ‘ome un m’era mai ‘apitato! Dice luilì: “Sarvo l’Italia!” E sembrava fussen tutte rose e fiori e ‘nvece siamo pieni di dolori dalle mazzate ‘he cianno rifilato. Benzina, gasolio, IVA, IMU, tutto rincara sur groppone der poero disgraziato! Una ‘osa sola è calata da se’ mesi ‘n qua: la busta paga! E, … Continua a leggere

prendi me, presempio

Prendi me, presempio!  Prendi me, presempio! ‘Na vintalata di peso, faccia tonda, le sopraccillia paian parafanghi,  ‘r naso a patata, ‘ denti guasi diritti, le bagiogie, le grinze e ‘ ‘apelli bianchi e corti. Di ‘arattere un mi sopporterei nemmen da me, figurassi immaginà quarcuno ‘he per tutta la vita m’affiancassi. Eppure, ‘on me ‘r destino è stato generoso: mi … Continua a leggere

la grisi

La grisi   ‘Na grisi ‘osì ner mondo un c’è mai stata: ci si dev’arrangia’, trentun per forza, dicevano ‘ vecchi ar tempo della guerra, la mesata un basta neanco per  mangia’ figurati per fa’ ‘ regali di Natale. Eppure ‘ bimbi un possano trova’ a ceppo, sguarnito a ‘ piedi dell’abete: la festa a loro un gli si po’ … Continua a leggere

mezz’età (dediato a ‘n mi’ amìo)

Mezz’età    “C’è modo e modo di portalli cinquant’anni” direbbe un mi’ ami’o della palestra. Si perché lui cià ‘r fisi’o prestante: i pettorali ni sformano la ‘anottiera e sur didietro cià guasi ‘n’avilone da tanto è muscoloso sur groppone; du’ panini ‘mbottiti, cià su’ ‘ bracci, dalla piega der gomito alla spalla, addominali ‘he paiano ‘na tartaruga e duri … Continua a leggere